SILENT CHECK
di Marco Marsullo

Correa: il (non) bomber che (non) serve al Milan

Correa: il (non) bomber che (non) serve al Milan

Sembra che il Milan stia puntando forte su ...

SILENT CHECK

di Marco Marsullo

tutti gli articoli...

Correa: il (non) bomber che (non) serve al Milan

Correa: il (non) bomber che (non) serve al Milan

Sembra che il Milan stia puntando forte su ...
Lo sbarco sulla Luna e il calcio del 20 luglio 1969

Lo sbarco sulla Luna e il calcio del 20 luglio 1969

Il racconto del mondo del pallone in quello storico giorno di cinquant’anni fa tra vacanze, partite e mercato. Pelé si sbilancia: «Vado a giocare sul satellite» ...
Quando il mondo ha imparato a conoscere il Senegal

Quando il mondo ha imparato a conoscere il Senegal

Il 31 maggio del 2002 il Senegal faceva il suo esordio ai Mondiali battendo la Francia. Ecco come una squadra che era stata etichettata come una novità esotica è riuscita a entrare nel cuore di tifosi ...
Quando Pak-Doo-Ik ha ammutolito l’Italia

Quando Pak-Doo-Ik ha ammutolito l’Italia

Il 19 luglio del 1966 l'Italia perde contro la Corea e viene eliminata dal mondiale inglese. Una sconfitta che passerà alla storia come la "Caporetto" del nostro calcio e che portò alla chiusura delle frontiere nel tentativo di valorizzare i talenti azzurri ...
L’eroe silenzioso della Coppa d’Africa

L’eroe silenzioso della Coppa d’Africa

Gernot Rohr ha portato le Super Aquile al terzo posto, ma i suoi meriti sono molto più grandi: in una Nigeria devastata dal conflitto tra realtà cristiana e islam irredentista sotto la minaccia dei Boko Haram, lui è riuscito a unire le due anime di una squadra da sempre divisa in altrettanti clan religiosi ...
Dove la luce dei riflettori non arriva

Dove la luce dei riflettori non arriva

La finale di Coppa d'Africa fra Senegal e Algeria sembra un affare privato fra Sadio Mané e Riyad Mahrez. Ma le storie che meritano di essere raccontate sono quelle di Idrissa Gana Gueye e di Youcef Belaïli, due calciatori con vissuti molto diversi che sono riusciti a diventare fondamentali ...
L’anima della Coppa delle Coppe in sette partite

L’anima della Coppa delle Coppe in sette partite

Vent'anni fa chiudeva i battenti la Coppa delle Coppe. In attesa del ritorno della terza competizione europea per club, ecco i match che hanno scritto l'altra storia del trofeo internazionale che è invecchiato peggio ...
Lukaku è l’uomo giusto per l’Inter?

Lukaku è l’uomo giusto per l’Inter?

Lukaku è un giocatore molto diverso da Icardi: non attacca la profondità come Maurito, ha più atletismo, e per quanto non sia abile nelle sponde è capace comunque di aprire spazi per i compagni. Non vincerà da solo, ma comunque potrebbe aiutare l'Inter a cambiare volto ...
Perché il ritiro estivo è tornato di moda

Perché il ritiro estivo è tornato di moda

Il ritiro è tornato in auge perché in tempi in cui l’estate è diventata una cassaforte per monetizzare il proprio brand in giro per il mondo, e l’International Cup ne è l’esempio più famoso, le società che hanno resistito nel difenderlo, e persino allungarlo, hanno ottenuto grandi risultati ...
Perché Neymar e Mbappé devono separarsi

Perché Neymar e Mbappé devono separarsi

Il brasiliano e il francese vivono il calcio come un divertissement. Per far entrare i loro nomi nel dibattito sui più forti di sempre dovrebbero separarsi. Perché lì dove la brama famelica di lasciare il proprio marchio non si annida, la rivalità può essere lo stimolo necessario per superare se stessi e i propri limiti ...
L’anno in cui Baggio si tagliò il codino

L’anno in cui Baggio si tagliò il codino

22 gol segnati, infiniti assist per i compagni e rossoblù in Intertoto. Ecco perché la stagione 1997/1998, l'unico anno in cui il divin codino vestì la maglia del Bologna, è passata alla storia ...
Griezmann è l’acquisto perfetto per il Barcellona

Griezmann è l’acquisto perfetto per il Barcellona

Griezmann al Barcellona come la cosa più naturale possibile, anche se avviene con un anno di ritardo e qualcuno in Catalogna non ha ancora digerito il no di un anno fa ...
Federer vs Djokovic oltre i kolossal

Federer vs Djokovic oltre i kolossal

La finale di Wimbledon è stata una delle partite più belle della storia del tennis, che poi diverrà pure romanzi e film, perché c’erano due tipi d’uomo, due mondi, due modi di sparare differenti: che hanno riscritto il genere western. ...
Palermo 1986, il padre di tutti i fallimenti

Palermo 1986, il padre di tutti i fallimenti

Il Palermo è a un passo dalla sparizione, bocciato dalla Covisoc e, ricorsi permettendo, fuori dalla Serie B e dal calcio professionistico. Un incubo che ricorda molto da vicino il clamoroso crack del 1986 ...
Il momento della Viola sembra una partita a Football Manager

Il momento della Viola sembra una partita a Football Manager

Daniele Pradé ha detto che la Viola ha sotto contratto 75 calciatori, ma 60 non sono funzionali al progetto. Ecco quali potrebbero essere quei 15 nomi buoni per far partire il progetto tecnico di Vincenzo Montella ...
Il Benin ha imparato a sognare

Il Benin ha imparato a sognare

Gli "Scoiattoli" si sono dovuti arrendere al Senegal ai quarti di finale di questa Coppa d'Africa. Un ottimo risultato comunque per una Nazione che, per finanziare la propria partecipare alla competizione, ha dovuto introdurre una tassa pro tempore sull'energia elettrica ...
Gareth Bale, l’alienazione del ricco

Gareth Bale, l’alienazione del ricco

L’alienazione nel Novecento è sempre stata sostenuta come un male sociale del povero, dell’operaio, dell’impiegato non certo una malattia di gente ricca e famosa. Il gallese, invece, ha dichiarato di aver sofferto pesantemente il passaggio al calcio professionistico, dominato da logiche e regole ferree ...
Storia evolutiva del portiere di riserva

Storia evolutiva del portiere di riserva

Negli anni Ottanta erano entità che si sperava di non dover mai mandare in campo. Ora, invece, sono dei titolari a tutti gli effetti che dividono la porta con il numero 1. Ecco come è cambiato il ruolo di portiere di riserva negli ultimi 40 anni ...
Il purgatorio di José Mourinho

Il purgatorio di José Mourinho

Era libero, eppure non ha trovato una panchina. Perché non ha saputo rinnovare se stesso. O perché ha provato a farlo troppo tardi ...
Qualcuno salvi Radja Nainggolan

Qualcuno salvi Radja Nainggolan

Come uno dei centrocampisti più completi d'Europa si è trasformato in un esubero da allontanare il prima possibile ...
Il Milan che sta nascendo

Il Milan che sta nascendo

Ecco perché quello rossonero sembra un progetto seducente e credibile, chiaro e organico; un progetto che, per la prima volta dopo tanto tempo, sembra andare in una direzione precisa, forse quella giusta ...
Tante grazie, Gold Cup

Tante grazie, Gold Cup

Il fitto calendario di competizioni concomitanti ha tolto spazio al torneo della Concacaf. Ecco sette storie che potreste esservi persi ...
Cosa ricorderemo di questa Copa America?

Cosa ricorderemo di questa Copa America?

Il Brasile ha vinto il trofeo, ma a rendere unica questa Copa sono state le prestazioni di Dani Alves, il cammino poco lineare dl Perù, Messi che parla come D10S, il ricambio argentino e le giocate della Colombia ...
Cinque nomi che potrebbero far comodo all’EuroToro

Cinque nomi che potrebbero far comodo all’EuroToro

Con l'esclusione del Milan il Toro riparte dai preliminari di Europa League. Ecco qualche nome che potrebbe trovare spazio in queste prime fasi che sanno molto di Intertoto ...
Vicini, lontanissimi

Vicini, lontanissimi

Nella notte fra domenica e lunedì Stati Uniti e Messico si giocheranno la finale di Gold Cup. Una sfida fra due nazioni divise da un poroso confine di 3 mila chilometri ma, soprattutto, da un modo di vedere la vita e il calcio profondamente diverso. Una delle rivalità più accese del mondo si arricchisce di un nuovo capitolo ...
Essere gruppo, diventare Mannschaft

Essere gruppo, diventare Mannschaft

4 luglio 1954, Ungheria e Germania Ovest si giocano il titolo mondiale. I magiari sono favoriti, per i tedeschi è già un'impresa essere arrivati alla finalissima. I bianchi provano a opporsi alla squadra più forte del mondo puntando su grinta, tenacia e atletismo. Ecco servito il Miracolo di Berna ...
La vera statura di Collins Faï

La vera statura di Collins Faï

Da piccolo il laterale del Camerun è stato sfruttato nelle piantagioni di caffè di Bamenda. I pesantissimi sacchi che era costretto a portare sulle spalle, infatti, hanno impedito alle sue ossa di svilupparsi e la sua altezza non supera i 165 centimetri. In campo, però, lotta come un leone ...
L’insopportabile linguaggio del calciomercato

L’insopportabile linguaggio del calciomercato

La narrazione del calciomercato ormai assomiglia a una spy story che deve essere scritta con le regole di una serie tv, non di un film. E per arrivare a più utenti possibile ha bisogno di un vocabolario tutto particolare, dominato da cliché, periodi ipotetici ed espressioni che devono lasciare la porta aperta ai successivi sviluppi ...
Una sfida aperta da 140 anni

Una sfida aperta da 140 anni

Quella fra Cile e Perù è la rivalità più profonda e sentita di tutto il Sudamerica, un antagonismo nato con la Guerra del Pacifico del 1879 e ravvivata dalla semifinale di Copa America del 2015 ...
L’occasione del Napoli

L’occasione del Napoli

Dopo aver valutato e valorizzato il patrimonio tecnico, Ancelotti vuole colmare il gap con la Juventus. Con un mercato di rottura rispetto alla tradizione di De Laurentiis. ...
L’ambizione di Stefano Sensi

L’ambizione di Stefano Sensi

Ecco cosa può dare al centrocampo dell'Inter il talento di un regista cresciuto con il mito di Xavi ...
Questa Juventus assomiglia al Real dei galacticos

Questa Juventus assomiglia al Real dei galacticos

I bianconeri hanno seguito per anni un modello fatto di acquisti oculati, di compattezza in campo e gioco speculativo. Un modello dove la società veniva prima di tutto. Ora, invece, stiamo assistendo alla Juve di Cristiano Ronaldo, un instant team che raccoglie grandi stelle internazionali dall'ingaggio pesantissimo e l'ego smisurato ...
Lionel Messi al contrario

Lionel Messi al contrario

Nelle ultime grandi competizioni internazionali la Pulce ha sempre trovato gol e buone prestazioni nelle fasi iniziali, senza trovare acuti nelle partite più difficili. In questa Copa America, invece, non ha ancora iniziato a brillare. A 32 anni è arrivato il momento di compiere il proprio destino e rovesciare la storia. ...
Il Cile, l’Unione Sovietica e quella partita fantasma del 1973

Il Cile, l’Unione Sovietica e quella partita fantasma del 1973

Nel 1973 Brežnev impedì alla nazionale dell'Unione Sovietica di volare in Cile per lo spareggio in vista della Coppa del Mondo del 1974. Ne venne fuori una partita surreale in uno stadio dove fino a poco tempo prima erano stati massacrati gli oppositori della dittatura ...
Manolas al Napoli è il fallimento tecnico della Roma americana?

Manolas al Napoli è il fallimento tecnico della Roma americana?

La cessione del greco al Napoli rischia di diventare la Caporetto giallorossa. Perché la Roma non solo va a rafforzare quella che doveva essere una sua diretta concorrete, ma lo fa anche incassando una cifra decisamente contenuta. Un'operazione che pone fine al sogno di diventare grandi tramite plusvalenze ...
L’ultimo gol di Roberto Pruzzo

L’ultimo gol di Roberto Pruzzo

Il 30 giugno del 1989 il bomber dava il suo addio al calcio. L'attaccante, che vestiva la maglia della Fiorentina, segnò una rete contro la "sua" Roma estromettendo i giallorossi dalla Coppa Uefa ...
Curaçao ha compiuto un miracolo

Curaçao ha compiuto un miracolo

La piccola isola Caraibica è riuscita a qualificarsi ai quarti di finale di Gold Cup per la prima volta nella sua storia. Ora affronterà gli Stati Uniti ...
Il Rwanda ha cestinato il cv di Raymond Domenech

Il Rwanda ha cestinato il cv di Raymond Domenech

L'ex cittì della Francia si era candidato per ottenere l'incarico di selezionatore della nazionale africana. La Federcalcio locale, però, ha bocciato la sua candidatura anche per motivi "diplomatici". ...
Quell’odio ingiustificato nei confronti dello 0-0

Quell’odio ingiustificato nei confronti dello 0-0

Negli ultimi 30 anni si è cercato di incentivare in tutti i modi il gioco offensivo, senza capire però che questa guerra contro il pareggio a reti bianche è una guerra contro il calcio stesso, contro la sua specificità e la sua anima ...
Il rischio di ridisegnare la storia

Il rischio di ridisegnare la storia

Le maglie sono oggi un tema di interesse popolare proprio perché sono la rappresentazione più solida dell'identità di un club, la sintesi dei suoi valori e della sua storia, ma anche - ormai - l'oggetto maggiormente sottoposto alle logiche del marketing. E non sempre le scelte dei grandi brand riescono a soddisfare i tifosi ...
Dobbiamo davvero rassegnarci a un calcio raccontato attraverso le banalità?

Dobbiamo davvero rassegnarci a un calcio raccontato attraverso le banalità?

È lecito attendersi dai calciatori una comunicazione diversa, che permetta di capire meglio e analizzare più in profondità i meccanismi su cui si basa il loro rapporto con il gioco? La risposta, forse, ce l'ha già data David Foster Wallace ...
Ritratto di famiglia con pallone

Ritratto di famiglia con pallone

Il padre, Henry, era un mediano della serie B belga. La madre, Carine, giocava come attaccante nella serie A femminile. Evitando esposizioni mediatiche e operando scelte precise, i due coniugi Hazard sono riusciti a indirizzare i quattro figli verso un futuro da professionisti. Con esiti diversi, ovviamente ...
Manuale di autodifesa per il tifoso di una piccola

Manuale di autodifesa per il tifoso di una piccola

Come si concilia l'amore per una squadra con la consapevolezza di dover assistere alla partenza dei tuoi idoli a ogni finestra di mercato? ...
Il Madagascar è diventato una certezza

Il Madagascar è diventato una certezza

Nel 2006, dopo una lunga serie di scandali, occupava la posizione numero 184 del ranking Fifa. Ora la Nazionale di questa isola da 25milioni di abitanti ha fatto il suo esordio in Coppa d'Africa contro la Guinea. Riuscendo anche a pareggiare. ...
Prova a prendermi

Prova a prendermi

Come ci si libera di un colpo costosissimo che non serve più in un mercato dove anche anche i più giovani hanno valutazioni stellari? ...
Compendio sentimentale della figura del libero

Compendio sentimentale della figura del libero

Un ruolo ingrato, umile, di grande sacrificio, il ruolo di chi è chiamato “a metterci una pezza” quando tutti gli altri hanno fallito, l’ultimo baluardo della civiltà contro gli invasori ...
La genesi di un re

La genesi di un re

Oggi Michel Platini compie 64 anni. Ecco come un ragazzino che si allenava con il cane Fufi è diventato uno dei numeri 10 più famosi della storia ...
Le mille facce di Ricardo La Volpe

Le mille facce di Ricardo La Volpe

Baffi folti e un carattere più che difficile. Ecco tutte le contraddizioni di El Bigotón, il tecnico inventore de "La salida" ...
Ti hanno mai invitato via Facebook a scommettere su una partita truccata?

Ti hanno mai invitato via Facebook a scommettere su una partita truccata?

Solo nell’ultimo mese tre sconosciuti mi hanno proposto partite “sicure” in cambio di soldi. Alla fine ho deciso di assecondarne uno. E questo è il risultato ...
Gli 11 Under 21 che abbiamo aspettato invano

Gli 11 Under 21 che abbiamo aspettato invano

Con le maglie delle rispettive nazionali ci avevano fatto innamorare, poi sono scomparsi. Ecco una formazione ideale delle promesse non mantenute ...
Femi Opabunmi, la punta che ha rischiato di vivere al buio

Femi Opabunmi, la punta che ha rischiato di vivere al buio

Nel 2002 il nigeriano è diventato il terzo calciatore più giovane a giocare un Mondiale. Un problema alle retine gli ha quasi tolto la vista e solo l'affetto di alcuni compagni di squadra è riuscito a salvarlo dall'oblio ...
Roma-Benfica 1-2. Ovvero, quando eravamo ansiosi di de-italianizzarci

Roma-Benfica 1-2. Ovvero, quando eravamo ansiosi di de-italianizzarci

Nei quarti di finale di Coppa Uefa del 1983 si affrontano i giallorossi di Nils Liedholm e i portoghesi guidati da Sven Goran Eriksson. Due allenatori svedesi che, però, avevano un modo molto diverso di interpretare la "zona" ...
In cosa si sta trasformando il Barcellona?

In cosa si sta trasformando il Barcellona?

Dall'addio di Guardiola il Barcellona si è progressivamente allontanato dalla filosofia derivata dall'esperienza di Cruyff per avvicinarsi a quella dei galacticos del Real Madrid ...
Breve bignami dei rapporti fra Franco Baldini e Francesco Totti

Breve bignami dei rapporti fra Franco Baldini e Francesco Totti

Il primo scricchiolio nel rapporto fra i due risale al 2004, quando il capitano decise di suggerire dei nomi di mercato al dirigente. Ecco tutte le tappe di una polemica a distanza che ha trovato il suo ultimo atto nelle dimissioni dell'ex numero 10 ...
Il Re di Roma ha abdicato

Il Re di Roma ha abdicato

In una conferenza stampa di 75 minuti Francesco Totti ha spiegato i motivi del suo addio (e si è tolto qualche macigno dagli scarpini non risparmiando critiche a Pallotta e Baldini). E la ricostruzione della squadra, ora, sembra molto più difficile ...
Il successo silenzioso di Igli Tare

Il successo silenzioso di Igli Tare

Il ds della Lazio andrebbe ringraziato, perché il suo lavoro offre una speranza, lancia il potente messaggio che il denaro non è tutto, che nel mondo opulento del calcio degli emiri puoi ritagliarti il tuo spazio anche se non non hai tanti milioni nelle casse ...
Cosa significa Sarri alla Juventus

Cosa significa Sarri alla Juventus

La telenovela si è appena conclusa, eppure in tanti hanno già avuto da ridire sul finale. Anche se tutti lo conoscevano da diverse settimane. Anche se, arrivati a questo punto,... ...
L’Argentina non è più solo Lionel Messi

L’Argentina non è più solo Lionel Messi

Lionel Scaloni ha cercato di tenere separate le sorti dalla nazionale da quelle dei suoi uomini più rappresentativi. Per riuscirci ha dovuto costruire un contesto nuovo, armonioso, con responsabilità meglio distribuite ed emotivamente più leggero ...
Prodezze e uscite a vuoto di Oliver Kahn

Prodezze e uscite a vuoto di Oliver Kahn

L'ex estremo difensore della nazionale tedesca compie 50 anni. Ecco l'scesa e la caduta di un portiere straordinario con un carattere a dir poco difficile ...
La Copa America in “altri” dieci nomi

La Copa America in “altri” dieci nomi

Non sono necessariamente i più attesi, eppure alcuni di loro potrebbero essere decisivi in questo torneo. Ecco dieci nomi da appuntarsi sul taccuino per l'edizione 2019 della Copa America ...
L’importanza della scelta di un allenatore

L’importanza della scelta di un allenatore

Molte società sono in ritardo nell'annunciare i nuovi tecnici anche perché la decisione è sempre più rilevante ...
Il triste incipit di uno splendido romanzo

Il triste incipit di uno splendido romanzo

Nelle scorse settimane l'Union Berlino è stato promosso per la prima volta il Bundesliga. Un traguardo importante per un club storico che ha dovuto fare i conti con una scissione, con la Guerra Fredda, con un cambio di colori sociali e, addirittura, con la Stasi ...
La tirannia dell’Under 21 azzurra

La tirannia dell’Under 21 azzurra

Fra il 1992 e il 1996 i ragazzi di Cesare Maldini giocano un calcio antiquato, ma riescono a portare a casa tre Europei di categoria consecutivi. Un dominio assoluto che non siamo mai stati capaci di valorizzare ...
L’ex calciatore che fa ballare la Costa d’Avorio. A 58 anni.

L’ex calciatore che fa ballare la Costa d’Avorio. A 58 anni.

Gadji Celi ha vinto la Coppa d'Africa con la nazionale ivoriana nel 1992. E dopo aver appeso gli scarpini al chiodo ha intrapreso la professione di pop star con un discreto successo. Ameno nel suo Paese ...
I migliori 11 delle altre 11 (tranne il Chievo)

I migliori 11 delle altre 11 (tranne il Chievo)

Quali sono stati i migliori giocatori delle squadre che hanno lottato per entrare nella parte sinistra della classifica? ...
Le finali di Champions League Africana viste dagli spalti

Le finali di Champions League Africana viste dagli spalti

Un match di andata e uno di ritorno non sono bastati a incoronare una fra Wydad ed Esperance. Il mancato funzionamento del Var ha rimandato la festa a un terzo round da giocare in campo neutro. Ecco come le due tifoserie hanno vissuto la settimana più assurda del calcio africano ...
Sacchi si è fermato a Sarajevo

Sacchi si è fermato a Sarajevo

Il 6 novembre 1996, in una Sarajevo martoriata da oltre mille giorni di assedio, la Bosnia gioca la prima partita in casa della sua storia contro l'Italia. Finisce 2-1 per i padroni di casa che senza saperlo mettono fine all'era del tecnico di Fusignano ...
Sorelle d’Italia

Sorelle d’Italia

Dopo 20 anni l'Italia torna al Mondiale e centra la sua prima vittoria. Merito di un lungo processo di crescita che ha permesso alle Azzurre di non guardare più le favorite da dietro un televisore ...
Le tre vite di William “Fatty” Foulke

Le tre vite di William “Fatty” Foulke

Rissoso e imprevedibile, il portiere è diventato leggendario grazie al suo peso che si avvicinava ai 150 chili. A lui, e soprattutto alla sua pigrizia, si deve l'invenzione dei raccattapalle (ma anche del clean sheet) ...
Quella tournée maledetta che ha portato al ritiro Gianni Rivera

Quella tournée maledetta che ha portato al ritiro Gianni Rivera

Il 7 giugno 1979 il fuoriclasse del Milan gioca la sua ultima gara da calciatore in Argentina, tra espulsioni, sconfitte e un lutto improvviso ...
A che punto è la crescita di Federico Chiesa?

A che punto è la crescita di Federico Chiesa?

Per l'attaccante viola questa doveva essere la stagione della consacrazione. Invece, dopo più di 100 partite con la Fiorentina, il suo gioco non sembra essersi particolarmente evoluto ...
Stiamo dando troppo peso ai direttori sportivi?

Stiamo dando troppo peso ai direttori sportivi?

Rilasciano interviste, scrivono biografie, riempiono pagine di giornali, vengono salutati con lo stesso entusiasmo che si riserva a un fuoriclasse. I ds sono ormai diventati delle rockstar ...
Memorie del biscotto di Gijón

Memorie del biscotto di Gijón

Il 25 giugno del 1982 si gioca Austria - Germania, match conclusivo del girone. Ai tedeschi serve una vittoria per qualificarsi, agli austriaci basta una sconfitta con uno scarto inferiore ai 2 gol. Gli uomini di Jupp Derwall attaccano e trovano il gol dopo 10'. Comincia una non partita che elimina l'Algeria ...
Luis De Agustini, l’amico di Gheddafi

Luis De Agustini, l’amico di Gheddafi

Il portiere uruguaiano conobbe Saadi durante una vacanza il Florida. Fra i due nacque subito un'amicizia e il figlio del dittatore gli chiese di difendere i pali della Libia. E così l'estremo difensore di Sauce ritrovò a giocare la Coppa d'Africa del 2006 ...
Il Real vuole tornare all’Ancien Régime

Il Real vuole tornare all’Ancien Régime

Fallita la rivoluzione di Lopetegui, che voleva raccogliere frutti tramite il calcio di posizione, ora Florentino Perez vuole vincere nel modo che conosce meglio: imbottendo di superstar la rosa dei blancos ...
Arthur Wharton non ha mai smesso di volare

Arthur Wharton non ha mai smesso di volare

Arrivato dal Ghana in Inghilterra verso la fine dell'Ottocento con l'obiettivo di fare il Pastore di anime, il ragazzo di Accra è diventato il primo giocatore nero della storia. Dopo tanti scivoloni e poche soddisfazioni, è morto facendo il minatore nell'indifferenza più totale ...
Il romanzo anarchico di Giampaolo in 5 partite

Il romanzo anarchico di Giampaolo in 5 partite

Ascoli, Cagliari, Siena, Empoli e Sampdoria: cinque tappe in cinque match che hanno scritto altrettanti capitoli fondamentali di un libro che ora aspetta un lieto fine ...
La vittoria del Liverpool in 19 foto

La vittoria del Liverpool in 19 foto

  I giochi di luce del Wanda Metropolitano sulle bandiere dei tifosi del Liverpool (Foto: Getty Images).   ...
La rivincita dell’underdog

La rivincita dell’underdog

Con due gol segnati al Barcellona e uno al Tottenham Divock Origi è stato fondamentale per la vittoria finale del Liverpool. Niente male per un giocatore che, fino a neanche un mese fa, era considerato un oggetto misterioso ...
Razionale Inter amala

Razionale Inter amala

Ricompattare un gruppo dilaniato, scegliere un sistema di gioco adeguato e provare a vincere un trofeo. Ecco le tre grandi sfide che Antonio Conte si troverà ad affrontare sulla panchina nerazzurra ...
Che finale sarà fra Tottenham e Liverpool?

Che finale sarà fra Tottenham e Liverpool?

A decidere la finale di Champions saranno soprattutto i movimenti per liberare lo spazio. E mentre i Reds puntano sulla superiorità numerica creata dai terzini, gli Spurs si affidano ai movimenti orizzontali del centrocampo per liberare le punte ...
Il progetto-Pochettino si è compiuto

Il progetto-Pochettino si è compiuto

Grazie alla costruzione di una precisa identità tattica il tecnico ha trasformato un club di medio livello in una realtà consolidata ai vertici del calcio ...
La notte in cui Brian Clough ha conquistato l’Europa

La notte in cui Brian Clough ha conquistato l’Europa

Il 30 maggio del 1979 il Nottingham Forest batte il Malmo e vince la Coppa dei Campioni. È il primo passo verso la leggenda ...
Tutto Jurgen Klopp finale per finale

Tutto Jurgen Klopp finale per finale

Dopo tre finali europee perse l'allenatore del Liverpool ha l'occasione di salire sul tetto del Vecchio Continente e togliersi quella fastidiosa etichetta di perdente di successo ...
Un commissario tecnico al telefono

Un commissario tecnico al telefono

Sbarcato a Tripoli per la Coppa d'Africa del 1982, l'allenatore dello Zambia Ted Dumitru venne fermato alla dogana. Trattenuto dalla polizia, decise di guidare la squadra alzando la cornetta ...
Ora Sarri deve dimostrare di saper vincere

Ora Sarri deve dimostrare di saper vincere

Dopo due finali perse in stagione l'allenatore del Chelsea ha la possibilità di alzare al cielo l'Europa League. Un successo stasera diventa fondamentale per il suo futuro, perché il bel gioco non basta più. ...
La resa dei conti di Petr Cech

La resa dei conti di Petr Cech

Stasera il portiere appenderà il caschetto al chiodo. Prima, però, ci sarà la finale contro il "suo" Chelsea, il club che lo ha lanciato nel grande calcio e che lo riabbraccerà a breve ...
Unai Emery ha ridato vita all’Arsenal

Unai Emery ha ridato vita all’Arsenal

Il tecnico ha creato una squadra vivace, frizzante e verticale, di rottura rispetto alla gestione di Arsene Wenger. Così ha restituito entusiasmo al pubblico e ai critici ...
Il peccato originale di Gennaro Gattuso

Il peccato originale di Gennaro Gattuso

Nonostante i 68 punti in classifica, miglior risultato degli ultimi sei anni, il tecnico paga le aspettative troppo alte intorno alla squadra e, soprattutto, il suo poco appeal ...
Un Ago nel cuore

Un Ago nel cuore

Il 30 maggio di 25 anni fa Agostino Di Bartolomei decideva di togliersi la vita. Un capitano diverso, che ha rappresentato la romanità senza mai incarnarla, la cui mancanza si sente ancora oggi ...
La maledizione della panchina azzurra

La maledizione della panchina azzurra

Cesare Prandelli è solo l'ultimo degli ex ct della Nazionale che ha trovato difficoltà a "riciclarsi" in un club. Da Valcareggi fino a Ventura, ecco tutti i commissari tecnici che si sono bruciati ...
La Roma deve ripartire dal sorriso di Daniele De Rossi

La Roma deve ripartire dal sorriso di Daniele De Rossi

Con l'addio di DDR i giallorossi non cambieranno solo pelle, ma anche dna. Ecco perché i capitolini devono ripartire dalle emozioni vissute ieri sera per ricostruire quell'identità che vale quanto in trofeo in bacheca ...
L’unica vita e le infinite morti di Paul Gascoigne

L’unica vita e le infinite morti di Paul Gascoigne

Per colpa di un'incontenibile carica distruttiva il centrocampista ha dovuto fare i conti con i suoi fantasmi, sviluppando un rapporto tutto particolare con la morte ...
Perché la Roma non riesce a dire addio ai suoi capitani

Perché la Roma non riesce a dire addio ai suoi capitani

Attilio Ferraris, Agostino Di Bartolomei, Giuseppe Giannini, Francesco Totti, Daniele De Rossi. Ecco tutte le bandiere che i giallorossi non sono riusciti a salutare, trasformando una festa in una serata da amaro in bocca ...
Torino e River Plate, un’amicizia nata dalla tragedia

Torino e River Plate, un’amicizia nata dalla tragedia

Il 26 maggio del 1949 il River Plate sbarcava a Torino per un'amichevole in onore dei campioni morti a Superga qualche giorno prima. È l'inizio di un gemellaggio speciale che dura ancora oggi ...
Il Cholismo sopravviverà?

Il Cholismo sopravviverà?

Diego Simeone è chiamato a confermarsi senza alcuni dei suoi uomini più importanti e con un calcio che sembra andare in direzione opposta alla sua ...
God save the King

God save the King

Dopo la squalifica per il calcio al tifoso del Crystal Palace, nell'ottobre del 2015 Cantona torna a guidare il Manchester United in una partita contro il Liverpool a Old Trafford. E il numero 7 metterà subito la sua firma sul match ...
Tre minuti per l’eternità

Tre minuti per l’eternità

Nei minuti di recupero della finale del 1999 i gol di Sheringham e Solskjaer infrangono i sogni del Bayern e regalano la coppa al Manchester United. Ma, soprattutto, aprono una nuova era per il calcio inglese ...
Il viaggio al contrario di Thomas Amegnaglo

Il viaggio al contrario di Thomas Amegnaglo

Un finto procuratore offre al togolese un contratto (inesistente) con l'Hapoel Tel Aviv. Arrivato in Israele, però, Thomas scopre che l'uomo è un reclutatore jihadista. Questa è la storia del suo ritorno a casa ...
La rivincita di Mihajlovic

La rivincita di Mihajlovic

Sinisa è riuscito a salvare il Bologna perché è cambiato, in positivo. E forse, ora, è pronto per una squadra di vertice ...
Guida pratica al Mondiale Under 20

Guida pratica al Mondiale Under 20

Parte oggi, in Polonia, il Mondiale Under 20. Ecco tutto, ma proprio tutto, quello che c'è da sapere sulla competizione che raccoglie le stelle di domani ...
I bomber olandesi si sono estinti

I bomber olandesi si sono estinti

Dopo Van Basten, Kluivert, Van Nistelrooy e Van Persie, gli oranje non sono più riusciti a schierare prime punte di rilievo internazionale. Ecco i motivi di un mancato ricambio generazionale ...
Il quinto Beatle ha cantato con i demoni

Il quinto Beatle ha cantato con i demoni

Non si ricorda da quant’è che se ne sta seduto lì. Un minuto, un’ora, forse di più. Non fa differenza. Non in quel pomeriggio dell’inverno del 1974. Un pomeriggio tipicamente... ...
E se Sarri entrasse davvero a palazzo?

E se Sarri entrasse davvero a palazzo?

Con un eventuale matrimonio la Juve confermerebbe di aver capito che la vittoria in Europa passa per il gioco, l'ex allenatore del Napoli sconfesserebbe la sua narrazione sportiva dei tre anni in azzurro ...
Marcelo Bielsa produce bellezza

Marcelo Bielsa produce bellezza

Il tecnico rosarino non è riuscito a riportare il Leeds in Premier League. Per l'argentino, però, non conta la vittoria ma la perfezione ...
L’abisso di Vincenzo Montella

L’abisso di Vincenzo Montella

Il tecnico ha confermato le sue difficoltà nell'ereditare squadre che non ha potuto costruire. E la sua picchiata è perfettamente coerente con quella della Fiorentina ...
Fratelli Fashanu, il buio diviso a metà

Fratelli Fashanu, il buio diviso a metà

Justin è stato il primo calciatore a fare coming out. Una scelta che gli farà perdere l'affetto di John, reso celebre dagli sfottò della Gialappa's, e che poi, dopo un'accusa di violenza sessuale, lo spingerà a un tragico suicidio ...
L’addio che (forse) conviene solo ad Allegri

L’addio che (forse) conviene solo ad Allegri

L'allenatore se ne va da vincente, lasciando al suo successore un gruppo dal grande talento ma più vecchio di un anno. E, soprattutto, un club dove vincere la Serie A è diventato l'obiettivo minimo ...
Il Genoa sta facendo di tutto per andare in Serie B

Il Genoa sta facendo di tutto per andare in Serie B

Dopo aver raggiunto quella che sembrava una comoda salvezza il Grifone è caduto a picco. Per tornare competitiva la Serie A avrebbe bisogno di più progettualità ...
L’eredità di Massimiliano Allegri

L’eredità di Massimiliano Allegri

Cinque anni, altrettanti campionati vinti, quattro Coppe Italia e due finali di Champions League. Se dovessimo misurare la grandezza di ciò che Massimiliano Allegri ha fatto alla Juventus utilizzando come... ...
Rashidi Yekini, l’eroe tradito dalla Nigeria

Rashidi Yekini, l’eroe tradito dalla Nigeria

Nel 1994, contro la Bulgaria, l'attaccante ha segnato il primo gol della sua Nazionale ai Mondiali. Diventato un'icona in Nigeria, 4 anni più tardi verrà fischiato al suo ingresso in campo perché considerato "vecchio" ...
Quella coppa eterna

Quella coppa eterna

Il 19 maggio del 1999 la Lazio batte per 2-1 il Mallorca e si aggiudica l'ultima edizione della Coppa delle Coppe, entrando per sempre nella storia ...
La rinascita della scuola dei portieri italiani

La rinascita della scuola dei portieri italiani

Mai come in questa stagione i club di Serie A si sono affidati a estremi difensori giovani e italiani. E forse il caro vecchio ritornello sulla tradizione tricolore in questo ruolo comincia ad avere senso ...
Mettere a fuoco Paulo Dybala

Mettere a fuoco Paulo Dybala

L'argentino non si è trovato a suo agio nella posizione che gli è stata assegnata da Allegri in questa stagione. Ora, per rilanciarsi, ha bisogno di un progetto tattico chiaro e a lui più congeniale ...
Monaco, 1974: i veri rivoluzionari erano i tedeschi

Monaco, 1974: i veri rivoluzionari erano i tedeschi

Gli olandesi si sentivano portatori di uno spirito rivoluzionario che doveva portare alla vittoria del Bene. E così hanno finito con il voler umiliare gli avversari ...
Il peso specifico di una Coppa

Il peso specifico di una Coppa

Stasera la Lazio cerca la settima Coppa Italia della sua storia. Eppure le considerazioni sul futuro di questa squadra non possono dipendere dalla conquista o meno del trofeo ...
Una favola lunga 56 anni

Una favola lunga 56 anni

Il 2 giugno del 1963 l'Atalanta ha vinto la sua prima e (finora) unica Coppa Italia. Ecco il racconto di un giorno destinato a rimanere nella storia ...
Elaborare il lutto

Elaborare il lutto

Raccontare Daniele De Rossi, oggi, vuol dire fare i conti con se stessi. Significa prendersi un attimo per guardare la propria immagine riflessa nello specchio, notare quei peli che imbiancano... ...
Grazie di tutto Robin van Persie

Grazie di tutto Robin van Persie

Domenica l'attaccante olandese ha giocato la sua ultima partita. Un addio sobrio per uno dei giocatori più iconici ma sottovalutati della sua generazione ...
Antonio Mirante è tornato a volare

Antonio Mirante è tornato a volare

L'estremo difensore era arrivato a Roma per fare il secondo di Olsen, ma gli errori dello svedese gli hanno spalancato la porta. E ora il gregario sta tenendo a galla in giallorossi in questa folle corsa al quarto posto ...
Gli inglesi non sanno vincere la Premier League

Gli inglesi non sanno vincere la Premier League

L'ultimo allenatore di Sua Maestà ad aver vinto il campionato è stato Howard Wilkinson, con il Leeds nel 1991/1992. Da quando è nata la Premier, però, i successi sono stati tutti "stranieri" ...
Harald Schumacher, il Piccolo Hitler

Harald Schumacher, il Piccolo Hitler

Una sua uscita spericolata nei Mondiali del 1982 mandò in coma il francese Battiston. E Le Figaro decise di incoronarlo come il tedesco più odiato di tutti i tempi ...
Perché non abbiamo ancora capito Lorenzo Insigne

Perché non abbiamo ancora capito Lorenzo Insigne

L'attaccante vive un rapporto di alti e bassi con la sua Napoli. Forse, per comprenderne davvero tutto il potenziale, avremmo dovuto vederlo con un'altra maglia ...
Esiste l’alternanza nei maggiori campionati europei?

Esiste l’alternanza nei maggiori campionati europei?

Nel nuovo millennio il numero di titoli vinti si è concentrato in una rosa sempre più ristretta di squadre. E l'Italia, per una volta, non è il Paese con il record negativo ...
La notte che ha trasformato il Parma in leggenda

La notte che ha trasformato il Parma in leggenda

Domenica saranno passati 20 anni dalla finale del Lužniki che regalò la seconda Coppa Uefa ai ducali. Una squadra costruita per vincere il "triplete" che rimane l'ultima italiana ad aver conquistato il trofeo ...
Aboutrika, il simbolo del calcio egiziano in attesa di giudizio

Aboutrika, il simbolo del calcio egiziano in attesa di giudizio

Il prossimo 4 luglio il calciatore più forte della storia egiziana conoscerà la sentenza che metterà fine a un processo politico che va avanti da due anni ...
Chi è davvero Lionel Messi?

Chi è davvero Lionel Messi?

Nel secolo scorso erano le squadre a entrare nella storia, ora sono i calciatori a scriverla. E l'argentino, pur essendo un fenomeno, non è mai riuscito davvero a vincere da solo ...
Per favore, non chiamatelo derby ebraico

Per favore, non chiamatelo derby ebraico

Le tifoserie di Ajax e Tottenham non hanno origini ebraiche ma si sono appropriate della religione di alcuni dei loro compagni, rifiutando una connotazione negativa e creando un nuovo senso di appartenenza ...
Il ritmo folle di questa Champions League

Il ritmo folle di questa Champions League

La massima competizione europea ha elencato gli ingredienti del calcio contemporaneo: ritmo, intensità e velocità sono alla base del nuovo gioco ...
Freddy Adu, il calciatore del Fu Turo

Freddy Adu, il calciatore del Fu Turo

Ascesa e caduta di un fenomeno sulla fiducia che tutti speravano potesse incarnare il sogno americano. Un viaggio al contrario che ha relegato l'erede di Pelé nella periferia del calcio ...
Breve elogio dell’identità tattica

Breve elogio dell’identità tattica

Le quattro semifinaliste di Champions League sono accomunate da una grande riconoscibilità, la condizione orma necessaria e imprescindibile per raggiungere traguardi importanti ...
L’ultima volta che abbiamo visto le mani di un portiere

L’ultima volta che abbiamo visto le mani di un portiere

Euro 2004, quarti di finale, il portoghese Ricardo prima si toglie i guanti e para un rigore all'inglese Darius Vassell, poi realizza il penalty decisivo. Una notte che ha trasformato l'estremo difensore in un'icona ...
Gennaro Gattuso è diventato un capro espiatorio

Gennaro Gattuso è diventato un capro espiatorio

Il tecnico del Milan ha basato la sua biografia sulla bellicosità ma ora, lasciato insopportabilmente solo, si è trasformato in un agnello sacrificale che si carica anche colpe non sue ...
Il pomeriggio che inghiottì il Grande Torino (seconda parte)

Il pomeriggio che inghiottì il Grande Torino (seconda parte)

70 anni fa l'aereo che trasportava il Grande Torino si schiantò contro un terrapieno della Basilica di Superga. Morirono 31 persone. Ecco il racconto di una tragedia attraverso le voci d'epoca ...
Il pomeriggio che  inghiottì il Grande Torino (Prima Parte)

Il pomeriggio che inghiottì il Grande Torino (Prima Parte)

70 anni fa l'aereo che trasportava il Grande Torino si schiantò contro un terrapieno della Basilica di Superga. Morirono 31 persone. Ecco il racconto di una tragedia attraverso le voci d'epoca ...
Tutte le vite di Erno Erbstein, architetto del Grande Torino

Tutte le vite di Erno Erbstein, architetto del Grande Torino

Storia di Sor Ernesto, il visionario allenatore ungherese, demiurgo del Grande Torino, passato per i campi di concentramento e morto a Superga dopo aver fatto la storia del calcio ...
Zidane ha cambiato la storia del derby di Torino

Zidane ha cambiato la storia del derby di Torino

Zizou ha giocato soltanto due stracittadine in bianconero, senza mai raggiungere neanche la sufficienza. Eppure quelle due partite hanno contribuito ad ampliare il divario fra Juventus e Toro ...
Non permettiamo ai dettagli di farci cambiare idea su Guardiola

Non permettiamo ai dettagli di farci cambiare idea su Guardiola

Negli ultimi anni le squadre di Pep sono state eliminate dalla Champions per una serie di particolari. Questo, però, non basta a sostenere che non esiste il guardiolismo lontano da Barcellona ...
La corsa Champions sembra una partita a Monopoly

La corsa Champions sembra una partita a Monopoly

Imprevisti, opportunità e turni fermi in prigione: la lotta per l'Europa dei big assomiglia molto a una partita al famoso gioco da tavolo. Chi ritirerà al via le 20mila lire? ...
Jean Pierre Tokoto, la vera icona del Camerun

Jean Pierre Tokoto, la vera icona del Camerun

Nel 1982 giocava nel campionato americano indoor ma venne convocato per i Mondiali come uomo d'esperienza. Quello contro l'Italia a Vigo, però, è stato l'ultimo match della sua carriera ...
Jurgen Klopp contro Jurgen Klopp

Jurgen Klopp contro Jurgen Klopp

Il tecnico del Liverpool è quello che ha più da perdere in queste semifinali. Innovatore, teatrale, iconico, il tedesco rischia di vedersi appiccicare addosso l'etichetta di perdente di lusso ...
Cosa resterà della Juventus di Massimiliano Allegri

Cosa resterà della Juventus di Massimiliano Allegri

Il tecnico pone l'accento sui titoli conquistati ma va in sofferenza quando gli viene fatto notare il gioco non entusiasmante di una squadra che pensa a vincere più che a stupire ...
Stiamo vivendo l’era d’oro dei terzini

Stiamo vivendo l’era d’oro dei terzini

La diffusione di moduli con una sola punta ha aumentato i compiti dell'esterno basso, trasformandolo in uno dei ruoli chiave per le squadre che giocano un calcio moderno ...
Ruud Krol, l’idolo di Napoli prima di Diego

Ruud Krol, l’idolo di Napoli prima di Diego

L'olandese arriva in Italia nel 1980 e, con la sua classe, contribuisce a creare una mentalità vincente. Lascerà nel 1984, con il rimpianto di aver solo sfiorato Maradona ...
Gli scudetti si vincono davvero con la miglior difesa?

Gli scudetti si vincono davvero con la miglior difesa?

Per anni è stato detto che i titoli si raggiungono pensando prima a non prendere gol. Peccato, però, che questo dogma del calcio all'italiana sia smentito dai numeri ...
Stiamo assistendo alla seconda fioritura della Spal

Stiamo assistendo alla seconda fioritura della Spal

Fiducia nell'allenatore anche nei momenti più delicati e interventi mirati sul mercato. Ecco come la Spal ha costruito un progetto che l'ha portata a confermarsi ...
Carlos Bianchi, lost in translation

Carlos Bianchi, lost in translation

Leggenda in patria, nel 1996 l'argentino è sbarcato a Roma. Ma fra scelte sbagliate e letture tattiche stravaganti la sua rivoluzione si è spenta ad aprile ...
La Juventus è una vittima del sistema Italia

La Juventus è una vittima del sistema Italia

Negli ultimi anni i bianconeri hanno puntato su un mercato volto a indebolire le concorrenti. Ma questa strategia si è rivelata un'arma a doppio taglio ...
I primi cinque anni senza Tito Vilanova

I primi cinque anni senza Tito Vilanova

Il 25 aprile del 2014 si spegneva l'allenatore del Barcellona. Ecco l'eredità di un uomo che non può essere considerato solo l'erede di Guardiola ...
Tutto Mattia Destro in dieci comodi capitoli

Tutto Mattia Destro in dieci comodi capitoli

Dopo i fallimenti con Roma e Milan, l'attaccante si sta bruciando anche a Bologna. Nonostante i pochi gol e la manciata di presenze, c'è però chi ancora crede in lui ...
Denis Law, il tacco nel derby che ha retrocesso lo United

Denis Law, il tacco nel derby che ha retrocesso lo United

Dopo 11 anni gloriosi con i Red Devils, nel '73/'74 lo scozzese passa al City. E nel derby del 27 aprile segna un gol che farà retrocedere lo United ...
Sepp Maier, il portiere che si trasformò in clown. Forse

Sepp Maier, il portiere che si trasformò in clown. Forse

Secondo la leggenda, dopo il ritiro, l'estremo difensore si unì a un circo. Un pagliaccio segreto come Helmut Dorque, uscito dal genio di Jerry Lewis ...
Quell’inutile guerra santa che divide Napoli

Quell’inutile guerra santa che divide Napoli

I risultati di Sarri e Ancelotti non devono essere messi in contrapposizione, ma inquadrati in un percorso di crescita partito con Edy Reja ...
Joao Felix, quando la grazia sale al potere

Joao Felix, quando la grazia sale al potere

Nonostante il fisico gracile, il portoghese è già in grado di fare la differenza. Merito di una classe mai fine a sé stessa, ma sempre al servizio della squadra. ...
La nuova vita di Kodjovi Obilale

La nuova vita di Kodjovi Obilale

Il portiere è rimasto paralizzato nel 2010, quando i separatisti hanno attaccato il pullman della nazionale del Togo. Ora sogna il mondiale amputati ...
Quando Sacchi è diventato Sacchi

Quando Sacchi è diventato Sacchi

Trent'anni fa il Milan batteva 5-0 il Real Madrid nella semifinale di Coppa dei Campioni. Un successo che ha consacrato la rivoluzione del tecnico di Fusignano ...
Luciano Spalletti è un creatore di tempeste

Luciano Spalletti è un creatore di tempeste

L’allenatore dell’Inter sta rivivendo a Milano la situazione che lo aveva portato via da Roma. E ora il suo carattere rischia di schiacciare le sue idee
...
Solskjaer è davvero l’uomo giusto per lo United?

Solskjaer è davvero l’uomo giusto per lo United?

Sulla spinta dei primi risultati positivi i Red Devils hanno prolungato il contratto al norvegese. Ora, però, l'allenatore deve dare un'identità chiara alla squadra ...
Quel clásico stanco che divide la Comunitat

Quel clásico stanco che divide la Comunitat

Fino all'inizio del nuovo millennio Valencia e Villarreal erano alleate. Poi i trasferimenti di Palermo e Aimar hanno fatto divampare la rivalità ...
Adesso Francesco Totti è pronto a crescere

Adesso Francesco Totti è pronto a crescere

Diciotto mesi dopo il suo addio al calcio l'ex numero dieci giallorosso vuole assumersi più responsabilità come dirigente ...
Quando Pochettino ha ribaltato il tiki taka di Guardiola

Quando Pochettino ha ribaltato il tiki taka di Guardiola

Nel 2009 l'Espanyol ultimo in classifica ha strapazzato il Barça capolista al Camp Nou. Tutto merito della sfrontatezza del suo allenatore ...
Ecco perché l’Atalanta non è l’Ajax Italiana

Ecco perché l’Atalanta non è l’Ajax Italiana

Gli olandesi sono riusciti a creare una serie di principi capaci di sopravvivere nel tempo. Il modello della Dea, invece, punta ancora troppo sull'artigianalità ...
Cardona, l’attaccante che vive col nodo in gola

Cardona, l’attaccante che vive col nodo in gola

Il catalano, che insegue il sogno di tornare al Barça, dopo aver segnato un gol simbolico contro il Real ha baciato la maglia. Quella blaugrana dell'Eibar ...
Hillsborough, il pomeriggio che ha cambiato il calcio

Hillsborough, il pomeriggio che ha cambiato il calcio

Trent'anni fa, nella semifinale di FA Cup, morivano 96 tifosi dei Reds. È la strage che ha stravolto il rapporto fra l'Inghilterra e il football ...
Fra Juventus e Ajax è una sfida padri contro figli

Fra Juventus e Ajax è una sfida padri contro figli

I nipotini di Cruyff pensano al gioco. I bianconeri, ossessionati dal tempo che passa, allo scopo. Un dualismo che sembra uscito da Peter Pan ...
L’immigrazione è stata fondamentale per la MLS

L’immigrazione è stata fondamentale per la MLS

La spinta di milioni di latinoamericani ha trasformato il soccer in una nuova versione del futbol, aiutando a crescere un intero movimento ...
Moise Kean è il centravanti del presente per la Nazionale

Moise Kean è il centravanti del presente per la Nazionale

L'attaccante della Juventus ha bisogno di essere responsabilizzato in azzurro. Per completare la sua crescita ed evitare l'errore commesso con Balotelli ...
Ma quanto pesa davvero il talento in una partita?

Ma quanto pesa davvero il talento in una partita?

Una ricerca universitaria ha provato a quantificare l'incidenza dello spunto di un singolo durante un match. E i risultati sono piuttosto sconfortanti ...
Koke è stato fondamentale per far attecchire il cholismo

Koke è stato fondamentale per far attecchire il cholismo

Perché il centrocampista di Vallecas ha elevato la filosofia di Simeone a stile di vita, creando le condizioni per i successi dell'Atletico Madrid ...
Zlatan Ibrahimovic non è ancora sul viale del tramonto

Zlatan Ibrahimovic non è ancora sul viale del tramonto

Lo svedese continua a fare la differenza anche se in un campionato periferico come la MLS. La sua sfida, ora, è imboccare il più tardi possibile il sunset boulevard ...
Taribo West, il difensore che dava del tu a Dio

Taribo West, il difensore che dava del tu a Dio

Ascesa e caduta del calciatore che aveva detto a Lippi di dover giocare attaccante per volere dell'Altissimo. E che dopo il ritiro ha fondato una sua Chiesa ...
Quei gol imprevedibili che regalano troppa gloria

Quei gol imprevedibili che regalano troppa gloria

Ci sono reti che diventano pesanti per chi le realizza. E sono tanti i calciatori schiacciati da una prodezza decisiva e impossibile da ripetere ...
Niels Bohr, il fisico che voleva essere un calciatore

Niels Bohr, il fisico che voleva essere un calciatore

La storia del Premio Nobel che giocava in porta. E che ha abbandonato una partita per risolvere sul palo un problema matematico ...
Jaime Mata, l’arte di godersi il momento

Jaime Mata, l’arte di godersi il momento

Dalle serie minori fino alla prima convocazione in Nazionale. Ecco la parabola tutta particolare del miglior bomber spagnolo della Liga ...
Il Deportivo Palestino ha compiuto un piccolo miracolo

Il Deportivo Palestino ha compiuto un piccolo miracolo

La squadra cilena fondata da rifugiati è tornata a giocare la Libertadores. Ed è riuscita a fermare i campioni del River Plate in un match surreale ...
Quanto abbiamo capito davvero del Metodo Monchi?

Quanto abbiamo capito davvero del Metodo Monchi?

L'andaluso ha provato a replicare a Roma il modus operandi con cui aveva riempito le casse e la bacheca del Siviglia. Qualcosa, però, non ha funzionato

...